Autorizzazione riprese video con drone: quali sono e come richiederle

Tutto ciò che devi sapere sulla normativa per le riprese video con drone (e le autorizzazioni necessarie).

Se ti stai informando riguardo il noleggio droni con operatore per mettere a punto riprese aeree, avrai sicuramente sentito dire che per svolgere queste particolari operazioni è necessario ottenere dei permessi.

Effettivamente, l’autorizzazione riprese video con drone è obbligatoria per un operatore che utilizza le sue competenze professionali per prestare servizi ad aziende o privati.

Tali servizi sono chiamati “operazioni specializzate” e, per offrirli a terzi, è necessario ottenere l’autorizzazione ENAC.

Bisogna inoltre considerare che le riprese devono rispettare la privacy di persone e cose. Inoltre, per sorvolare luoghi pubblici e privati, è necessario avere il permesso di chi gestisce o è il proprietario di tali zone.

Vediamo cosa dice il Regolamento ENAC droni 2020 a riguardo.

Autorizzazioni per riprese aeree con drone: quali deve chiedere un operatore?

Autorizzazioni per riprese aeree con drone

Prima di procedere con la messa a punto di riprese con drone, noi di Overfly (insieme a tutti gli altri operatori SAPR) dobbiamo chiedere e ottenere delle autorizzazioni, in mancanza delle quali non possiamo in alcun modo procedere.

Ecco, di seguito, di quali permessi parliamo:

  • Autorizzazione ENAC per operazioni specializzate critiche, non critiche e miste (tale autorizzazione è necessaria per compiere qualsiasi operazione specializzata a meno che non rientri negli scenari standard ENAC. In tal caso è possibile inviare una dichiarazione utilizzando il portale D-Flight)
  • Permesso di volo (tale permesso è necessario per compiere ogni operazione specializzata, non solo le riprese)
  • Autorizzazione da parte del proprietario dell’area, privata o pubblica che sia
  • Consenso per la pubblicazione dei filmati in cui si riprendono persone (o cose che possono ricondurre al loro proprietario, ad esempio la targa di un’automobile o il nome presente sul citofono di un’abitazione), per la tutela della privacy

Vediamo, punto per punto, cosa sono questi permessi, in assenza dei quali un operatore di droni non può in alcun modo procedere con lo svolgimento di operazioni specializzate.

Leggi anche: Riprese cinematografiche con drone? 3 riprese storiche impossibili senza

Autorizzazione ENAC per le riprese aeree specializzate

Le riprese professionali con drone sono operazioni specializzate, ovvero operazioni che prevedono lo svolgimento di un servizio a titolo oneroso o meno.

Tali operazioni necessitano dell’autorizzazione ENAC per operazioni critiche, non critiche e miste oppure, se rientrano negli scenari standard ENAC, di una dichiarazione inviata tramite il portale D-Flight.

Per operazioni critiche si intendono attività che prevedono il sorvolo di:

  • Zone congestionate
  • Aree che si trovano in prossimità di infrastrutture sensibili
  • Agglomerati urbani

In gran parte dei casi è proibito il sorvolo di assembramenti di persone, al fine di evitare pericolosi incidenti e violazioni della privacy, mentre sono consentite le seguenti modalità di volo:

  • VLOS (acronimo di Visual Line Of Sight). Si tratta della condizione di volo a vista: il pilota deve mantenere il drone sotto la sua visuale, seppure lo stia conducendo da remoto. La distanza dal suolo è di massimo 150 m e la distanza dall’operatore di massimo 500 m.
  • EVLOS (acronimo di Enhanced Visual Line Of Sight): si tratta di una modalità di volo a vista durante cui il pilota principale viene affiancato e supportato nelle sue operazioni da altri piloti, con i quali comunica via radio. Se necessario, ovvero quando il pilota principale non riesce a mantenere il contatto visivo con il SAPR, i piloti di supporto possono prendere il controllo del drone.
  • BVLOS (acronimo di Beyond Visual line of Sight), ovvero oltre la linea visibile. È una condizione di volo durante cui la vista del drone viene nascosta al pilota, in genere da ostacoli come edifici, alberi, infrastrutture etc. La linea visibile può essere anche l’orizzonte. Naturalmente, il pilota controlla il drone da remoto mediante particolari dispositivi che lo aiutano a tenere sotto controllo le aree di sorvolo del drone.

Le operazioni specializzate non critiche, invece, non prevedono il sorvolo di zone congestionate, aree nei pressi di infrastrutture sensibili e agglomerati urbani.

La distanza in orizzontale da queste zone deve essere maggiore di 150 m e l’unica modalità di volo consentita è la VLOS. Al contrario delle operazioni critiche, le operazioni non critiche possono essere anche non specializzate, dunque svolte a scopo ludico.

Le operazioni specializzate miste comprendono, invece, sia operazioni critiche che operazioni non critiche.

Andiamo ora a conoscere i dettagli del permesso di volo.

Permesso di volo per riprese aeree: che cos’è e quando è necessario?

Il Permesso di volo è obbligatorio per compiere operazioni specializzate e consiste in un certificato dalla durata triennale, rinnovabile, rilasciato dall’ENAC.

Gli operatori che offrono prestazioni con SAPR, dunque, non richiedono questo permesso ogni volta che lavorano con i droni, bensì una volta ogni 3 anni (a meno che non abbiano intenzione di rinunciare allo svolgimento di operazioni specializzate).

Chi lo possiede può svolgere sia riprese con drone che ulteriori operazioni specializzate, come termografia, fotogrammetria, ispezioni e molto altro ancora.

Leggi anche: Droni per riprese aeree economici? Questi i rischi (inevitabili) dell’improvvisazione

Autorizzazione da parte del proprietario/gestione dello spazio di volo

Per poter svolgere delle riprese e delle fotografie con i droni, noi operatori dobbiamo ottenere il permesso da parte dei proprietari delle aree di sorvolo.

Ad esempio, se prenoti il servizio di noleggio drone con operatore per delle riprese aeree durante il giorno del tuo matrimonio, allora dovremmo chiedere l’autorizzazione al proprietario della location.

Permesso per riprese con drone

Il permesso è necessario anche per svolgere riprese in zone private aperte, poiché la zona di sorvolo è privata (e dunque è obbligatoria la concessione del proprietario) mentre lo spazio aereo che si utilizza è un bene pubblico (dunque è necessaria l’autorizzazione del comune o di chi gestisce quell’area pubblica).

Bisogna inoltre fare molta attenzione al Regolamento Mezzi Aerei a Pilotaggio Remoto.

A prescindere dalle autorizzazioni, i droni, in Italia, possono svolgere riprese in zone esterne, e nell’ambito delle operazioni critiche, solo se si rispettano le imposizioni relative agli scenari standard ENAC.

Per quanto riguarda le riprese svolte all’interno degli edifici, invece, non è possibile applicare il Regolamento Mezzi Aerei a Pilotaggio Remoto, ma vige comunque il divieto di sorvolo di assembramenti.

Privacy e autorizzazioni riprese video con drone: cosa possiamo dire a riguardo?

La produzione di filmati e fotografie con drone è un’operazione regolamentata dall’ENAC, il quale presta molta attenzione anche alla privacy delle persone eventualmente ritratte nelle immagini.

Se vuoi diffondere dei video realizzati con dei droni in cui vengono riprese persone o oggetti riconducibili ai proprietari, devi scegliere una di queste opzioni:

  • Chiedere (e ottenere) il consenso di pubblicazione alle persone ritratte delle opere
  • Tagliare le scene con le quali si potrebbe mettere in atto una violazione della privacy
  • Oscurare e rendere irriconoscibili persone/oggetti per i quali si potrebbe risalire al proprietario

Questi sono gli unici modi in cui non si rischia una denuncia per violazione della privacy.

In conclusione

Le riprese con drone sono delle operazioni molto delicate e, per poterle mettere in atto, è necessario conoscere e rispettare alla perfezione la normativa che regola le riprese con drone, ovvero l’ultimo aggiornamento del Regolamento ENAC droni.

Affidati a un operatore che lavora con le dovute autorizzazioni: contattaci pure per parlarci dei tuoi progetti e noi ti diremo come possiamo accontentarti!

CONTATTACI OGGI STESSO

Necessiti di un servizio aereo con uno o più droni? Possiamo aiutarti! Contattaci oggi stesso per parlare delle tue esigenze con un nostro operatore qualificato.