Riprese con drone e guerrilla marketing

Quando si parla di SAPR la prima cosa che viene in mente è un utilizzo “ludico” di queste piccole, grandi macchine. In realtà il mondo che ruota attorno ai droni è davvero molto vasto. Negli ultimi anni, grazie anche all’attività svolta da aziende come OverFly, l’impiego dei droni si è ampliato in modo significativo in moltissimi settori professionali. Oggi è comune, ad esempio, il rilievo fotogrammetrico attraverso i SAPR, oppure le ispezioni con drone di centrali idroelettriche ed elettriche, di ponti, dighe o raffinerie. Ma esiste anche un altro settore nel quale i droni hanno sin da subito spopolato: quello della pubblicità.

Versatili, facilmente fruibili, economici e soprattutto avveniristici, i SAPR spopolano nel mondo della televisione, del cinema, dell’intrattenimento e delle riprese pubblicitarie. Grandi e piccole aziende hanno capito il potenziale di queste macchine e le sfruttano al meglio anche in quella che è chiamata e conosciuta come guerrilla marketing. Cerchiamo quindi di capire di cosa si tratta e come e quanto possa essere vantaggiosa per un’azienda.

Guerrilla marketing: una nuova dimensione pubblicitaria

La guerrilla marketing è una forma di marketing non convenzionale, che sfrutta strumenti low-cost per ottenere il massimo dei risultati possibili. Il termine è nato nel lontano 1984 grazie all’opera di Jay Conrad Levinson, un famoso pubblicitario americano. In pratica questa forma di pubblicità prevede l’impiego di mezzi e strumenti fuori dal comune, ma attuabili e utilizzabili ad un costo relativo, per raggiungere obiettivi tradizionali.

Riprese con drone

Una forma di marketing che si applica egregiamente alle riprese con drone per spot pubblicitari e sponsorizzazioni aziendali. La guerrilla marketing però non è semplicemente sinonimo di “strano, stravagante e diverso”. Più che altro rappresenta una forma pubblicitaria alternativa, non convenzionale e a basso costo che risulta particolarmente incisiva ed efficace. Semplicemente per dire che si tratta di una forma pubblicitaria che deve il proprio successo alla “strategia”. Nella guerrilla marketing l’impatto sui consumatori è attentamente studiato a tavolino. Nulla è fatto per caso e tutto ha un suo preciso scopo, finalizzato al raggiungimento dell’obiettivo finale.

Riprese con drone e guerrilla marketing: 7 step fondamentali

Spesso capita che le strategia di marketing delle aziende, prevedano piani e azioni riportate in oltre 200 pagine di progetto. La guerrilla marketing invece può essere riassunta in sette significativi passaggi, da seguire attentamente anche quando la si vuole praticare attraverso riprese con drone:

  • Spiegare – La prima cosa da fare è quella di capire dove voler portare i propri clienti. In altre parole, quali sono le azioni che desideriamo far compiere loro grazie alle nostre azioni di guerrilla marketing.
  • Capire come raggiungere gli obiettivi – capito cosa vogliamo che i clienti facciano è importante stabilire come raggiungere i propri obiettivi. Quindi identificare, stabilire ed evidenziare tutti i vantaggi e i benefici che gli acquirenti avrebbero grazie ai propri servizi/beni.
  • Individuare il target giusto – questo passaggio è utile per capire a chi rivolgere la pubblicità realizzata, qual è, cioè, il target primario e secondario a cui sono indirizzate le riprese con droni realizzate per la guerrilla marketing.
  • Individuare nicchie specifiche di riferimento  – oggi la specificità, batte la generalità. È infatti più semplice riuscire a soddisfare i bisogni di un piccolo gruppo di persone, piuttosto che cercare di risolvere i problemi di tutti.

Riprese con drone

E ancora…

  • Definire gli strumenti da utilizzare – questo punto è importante perché serve a capire quali sono gli strumenti da impiegare per realizzare la propria guerrilla marketing. Devono essere adatti al proprio business e alle proprie tasche. Ecco perché le riprese con droni mettono d’accordo un po’ tutti. Sono efficaci, pratiche, veloci e, soprattutto, economiche.
  • Mantenere l’identità del proprio brand – ogni brand deve avere carattere e personalità, da trasmettere attraverso la realizzazione della “pubblicità non convenzionale”. L’identità del brand deve quindi rimanere ben definita e riconoscibile.
  • Stabilire un budget da rispettare – qualunque operazione di marketing e di comunicazione, deve, per forza di cose, stabilire e rispettare un budget da dedicare al progetto. Non fanno quindi eccezione le riprese con drone per la guerrilla marketing. Per questo punto, vi invitiamo pertanto a contattare direttamente il nostro staff, per avere maggiori informazioni, suggerimenti e preventivi gratuiti. Siamo sempre a disposizione per analizzare e valutare ogni vostro progetto pubblicitario che veda coinvolti i nostri droni. Che si tratti di riprese aeree per spot pubblicitari, piuttosto che il noleggio droni per spettacoli luminosi, Overfly mette sempre a disposizione la propria professionalità e conoscenza specifica del settore.

CONTATTACI OGGI STESSO

Necessiti di un servizio aereo con uno o più droni? Possiamo aiutarti! Contattaci oggi stesso per parlare delle tue esigenze con un nostro operatore qualificato.