Riprese con droni per la valutazione dello stato di conservazione delle coperture

L’articolo: “Riprese con droni per la mappatura amianto” ha trattato l’impiego dei SAPR per l’identificazione delle coperture in amianto, al fine di poter procedere con un piano di bonifica prioritario. Le coperture però (e per fortuna!) non sono tutte realizzate in eternit. Un tetto è una struttura complessa e articolata da più elementi. Affinché la sua integrità e, di conseguenza, la sua utilità, rimanga costante nel tempo, necessita di controlli e manutenzione ordinaria e straordinaria. I droni servono anche a questo. Sorvolare abitazioni, impianti industriali, attività commerciali e qualunque altra struttura presenti una copertura, vuol dire riuscire ad avere un quadro completo e dettagliato della situazione strutturale del tetto analizzato.

Overfly, con il passare degli anni, ha maturato una forte esperienza nelle riprese con droni delle varie coperture strutturali, per valutarne lo stato di conservazione. Oggi, lo staff di professionisti, tutti correttamente registrati all’ENAC, mette a disposizione dei propri clienti quell’esperienza. È possibile, infatti, prendere contatto con gli operatori Overfly per avere ulteriori informazioni e preventivi al numero unico nazionale: 199 240 703 (OPPURE 04 982 57 891).

La corretta manutenzione dei tetti

Affinché un tetto continui nel tempo a garantire riparo, protezione e impedisca la dispersione termica, deve essere correttamente manutenuto. La manutenzione, ordinaria o straordinaria che sia, serve ad evitare che si verifichino infiltrazioni e la rottura dei moduli che lo compongono. Anche se si tratta di strutture particolarmente resistenti allo scorrere del tempo e alle intemperie, risentono ugualmente dell’usura. Le opere di manutenzione servono quindi a preservare le corrette funzionalità delle coperture e a garantire la salute dell’intero edificio sottostante.

Riprese con droni

Il controllo di un tetto inizia dalla constatazione visiva del suo stato. Una constatazione che, fino a qualche anno fa, era, per forza di cose, eseguita ancora manualmente da un operatore. Una pratica difficile, pericolosa per la salute e il benessere di persone e cose e molto costosa. Senza contare che richiedeva anche molto tempo. Per fortuna, oggi, le riprese con droni hanno risolto quest’onere particolarmente gravoso. L’operazione di ispezione è resa molto più facile e snella grazie alla tecnologia dei sistemi installati sui SAPR. Bastano pochi sorvoli a bassa quota di un drone per verificare:

  • stato di conservazione degli elementi modulari che compongono il tetto
  • che non vi siano accumuli e depositi di materiali tra i vari elementi modulari
  • stato di conservazione di gronde e pluviali

Riprese con droni per la verifica dello stato di conservazione degli elementi modulari che compongono il tetto

Per assicurarsi che un tetto sia in buono stato, la prima cosa da fare è controllare, grazie ai droni, se i singoli moduli compositivi siano integri, ben accostati tra loro  e privi di fessure e crepe. Un controllo che serve a verificare l’integrità e l’uniformità di un tetto e ad intervenire prontamente, prima che si verifichino cedimenti, oppure che compaiano infiltrazioni, umidità e muffa negli ambienti sottostanti.

Riprese con droni per la verifica di eventuali accumuli e depositi di materiali tra i vari elementi modulari

Con il passare del tempo, tra i vari elementi modulari di un tetto, si possono accumulare diversi detriti e materiale di deposito. Questi depositi, a lungo andare, portano alla formazione di ristagni d’acqua e, successivamente, ad infiltrazioni che vanno a compromettere la stabilità dell’edificio stesso.

Riprese con droni

Riprese con droni per la verifica dello stato di conservazione di gronde e pluviali

È importante assicurarsi che i tetti realizzati in coppi (ma non solo) abbiano sempre i canali di scolo efficienti e puliti. Questo evita che il tetto subisca dei danni, anche gravi, durante i temporali.

Chiedere ad una ditta specializzata in riprese con droni di effettuare una ricognizione dello stato strutturale delle varie componenti modulari dei tetti, evita anche che, operatori non bene qualificati, si arrampichino sulle coperture e rischino di farsi male personalmente, oltre che causare altri danni. I tetti non sono tutti uguali e quelli particolarmente inclinati, sono tra i più difficili e pericolosi da controllare con i sistemi tradizionali. Basta accendere un qualunque telegiornale per sentire di quanti addetti ai lavori sono vittime, ogni giorno, di incidenti sul lavoro. La mancata preparazione personale, strumenti non idonei o insufficienti, condizioni atmosferiche avverse e pendenze e altezze troppo elevate, sono causa di non pochi incidenti. Ricorrere alle riprese effettuate con SAPR da esperti operatori ENAC, assicura un lavoro in totale sicurezza, veloce ed economico.

CONTATTACI OGGI STESSO

Necessiti di un servizio aereo con uno o più droni? Possiamo aiutarti! Contattaci oggi stesso per parlare delle tue esigenze con un nostro operatore qualificato.