Riprese con drone ed esempi di guerrilla marketing

Nel precedente articolo: “Riprese con drone e guerrilla marketing” abbiamo introdotto l’argomento delle riprese con droni  utilizzate per la guerrilla marketing. Sintetizzando, la guerrilla marketing è una forma non convenzionale di pubblicità. Una sorta di marketing trasversale, dal forte impatto visivo che cattura l’attenzione degli utenti sfruttando l’effetto “wow”. È una tecnica che risale ormai al lontano 1984 ed è stata definita grazie al “genio” pubblicitario americano Jay Conrad Levinson. Oggi più che mai trova applicazione in diverse campagne pubblicitarie che sfruttano al meglio mezzi e strumenti tecnologicamente avanzati per promuovere prodotti, servizi e brand. Uno dei metodi più gettonati di sempre, è quello di utilizzare i SAPR per pubblicità e servizi distintivi che sappiano mettere in evidenza il livello tecnologico elevato delle varie imprese. Qualunque azienda che intenda sfruttare la potenza di questi fantastici strumenti per pubblicizzare una propria campagna marketing, può mettersi in contatto con OverFly. Da anni, infatti, gestiamo con successo le molteplici richieste di noleggio droni a scopi pubblicitari, tra i quali spiccano, appunto, le operazioni di guerrilla marketing. Il nostro staff, sempre molto preparato e professionale, è a completa disposizione per informazioni, suggerimenti, consigli e preventivi (gratuiti) al numero: 199 240 703.

Guerrilla marketing e droni: esempi di successo

I SAPR non servono solo per ispezioni con drone di centrali idroelettriche, o per eseguire rilievi fotogrammetrici. Sono infatti impiegati con successo anche nell’ambito pubblicitario. Vi riportiamo qualche esempio di come, alcune grandi aziende, hanno saputo sfruttarli al meglio per pubblicizzare i propri servizi. Partiamo da Amazon. Il colosso americano, qualche mese fa, ha annunciato che avrebbe implementato con i droni i propri servizi di consegna. Una notizia che ha sin da subito suscitato grande scalpore.

Riprese con drone

L’annuncio è stato anche affiancato dalla diffusione di un video diventato ben presto virale. Nel video si vede un drone che, nel reparto spedizioni, viene caricato con la merce ordinata da un utente. In seguito è configurato per la consegna e, infine, si vede il drone che recapita i prodotti direttamente al cliente. La consegna avviene nel giro di pochissimi minuti, con grande perplessità e stupore da parte del cliente stesso. Il servizio è chiamato Amazon prime air.

Grazie a questa semplice, ma immediata, registrazione, l’opinione pubblica ha reagito subito in modo preponderante. È rimasta colpita in modo impressionante da quest’innovativo servizio e la notizia delle consegne di Amazon tramite l’ausilio di droni, ha fatto il giro dei social e del mondo in pochi istanti.

Riprese con drone, consegne e altri esempi di guerrilla marketing

L’utilizzo dei droni per la guerrilla marketing non è di esclusivo appannaggio dell’America. Infatti, ci sono stati tantissimi altri esempi di come, grandi aziende internazionali, abbiano deciso di sfruttare le potenzialità delle riprese con droni, per promuovere il proprio operato.

Riportiamo, ad esempio, il caso dell’azienda cinese Incake. L’impresa è una delle più grandi e rinomate produttrici di dolci della Cina. Da sempre i suo prodotti sono amati, conosciuti e consegnati in molte parti del paese. Qualche anno fa, l’azienda decise di promuovere la consegna delle proprie torte, grazie all’ausilio dei SAPR. Utilizzò quindi uno stabile esacottero con la capacità di volare fino a 50 metri di altezza, pilotato a vista da un operatore accompagnato da un veicolo. L’operazione riscosse un grandissimo successo, ma il governo cinese decise di far sospendere l’iniziativa alla ditta, motivandola con ragioni di sicurezza pubblica. Dopo questo evento però, l’azienda ha deciso di effettuare l’iter burocratico necessario per l’aviazione civile cinese. Sembra proprio che la domanda sarà accolta.

Riprese con drone

Infine vogliamo anche ricordare il caso del novembre del 2014, quando un’azienda americana ha voluto promuovere gli sconti del Black Friday usando i SAPR. Il giorno successivo al Giorno del Ringraziamento, conosciuto da tutti come il Black Friday, l’azienda ha impiegato dei droni per offrire dei notevoli sconti ai clienti, facendo volare cartelloni e manichini di fronte alle vetrate dei grandi grattacieli. Un’attività sicuramente impressionante e di grande impatto.

Buonsenso, consapevolezza e professionalità

Per quanto la possibilità di effettuare riprese con drone di sicuro impatto pubblicitario, possa essere allettante, è bene sempre procedere con le dovute cautele e con buon senso. Prima di tutto è d’obbligo rivolgersi a dei veri professionisti che abbiano già dovuto affrontare richieste del genere. In secondo luogo, è necessario, sempre, tenere in considerazione la sicurezza di persone e cose. Quindi meglio chiedere a professionisti come Overfly ed evitare, in ogni caso, un dannoso e pericoloso “fai da te”.

CONTATTACI OGGI STESSO

Necessiti di un servizio aereo con uno o più droni? Possiamo aiutarti! Contattaci oggi stesso per parlare delle tue esigenze con un nostro operatore qualificato.