SAPR: in arrivo l’emendamento 4 del regolamento ENAC

A nostra memoria sarebbe la prima volta, da quando è stato emanato in Italia il regolamento ENAC sui cosiddetti droni, che una variante regolamentare viene emanata ad insaputa della filiera italiana dei droni o, nel caso sia già conosciuta dalle associazioni di categoria, tenuta in grande segreto senza nemmeno un’anticipazione “dell’ultima ora”.

Stiamo parlando dell’ emendamento 4 del regolamento SAPR ENAC il cui contenuto è ad oggi sconosciuto dai più e che è all’ordine del giorno del CdA ENAC del prossimo 21 Maggio. Come detto, ignoriamo il contenuto dell’emendamento 4, potrebbe trattarsi dell’inserimento nel regolamento dei già conosciuti scenari standard per le operazioni critiche oppure dell’inizio del percorso di avvicinamento al futuro regolamento europeo EASA attualmente in bozza che si prevede venga approvato dalla Commissione Europea a fine 2018 o inizio 2019 per quanto riguarda le Open Category e le Specific.

Difficile che l’emendamento 4 riguardi già una modifica del sistema delle scuole di volo, e le norme per la formazione del pilota, regolato dalla LIC 15 anche se dirigenti ENAC qualche mese fa avevano dichiarato che adeguare tutto l’impianto sulla formazione del pilota alle indicazioni EASA, le quali prevedono minori requisiti per il pilota di un drone appartenente alle Open Category, sarebbe stata una delle prime azioni di avvicinamento attuate dall’ Ente.

Sulla base di quanto conosciamo, ecco una o più voci che potrebbe contenere l’imminente emendamento 4 del regolamento ENAC sui Droni.

Allineamento della terminologia con quella ICAO.

Nuova categoria droni inoffensivi fino a 250 grammi, ovvero registrazione e identificazione anche per i droni a scopo ludico che pesano più di 250 grammi.

Requisiti e dettagli tecnici per consentire i voli notturni.

Scenari Standard e la possibilità della semplice dichiarazione da parte dell’operatore (sono già operativi da tempo ma mai inseriti nel regolamento ufficialmente).

Contenuti su Open Category e Specific.

Requisiti per le operazioni in BVLOS (ma è previsto un regolamento a parte per fine anno)

Nuovi criteri criteri per operare nelle vicinanze degli aeroporti (ATZ e CTR SFC) limitando l’altezza massima gradualmente partendo dalla pista.

Semplificazione delle procedure di autorizzazione evitando il NOTAM, al suo posto verrà implementato il sistema U-TAM.

Per saperne di più in via ufficiale non resta che attendere il 21 maggio a meno di comunicazioni anticipate da parte ENAC nei prossimi giorni.