Ispezioni con drone di impianti eolici: come sono fatti e come funzionano

Riprendiamo il discorso iniziato nell’articolo: “Ispezioni con drone di turbine eoliche: vento ed energia elettrica”, dove abbiamo cominciato a conoscere la forza del vento. Affrontiamo ancora una volta questo argomento perché OverFly si occupa da anni di ispezioni con drone di impianti eolici. Quindi, prima di spiegare nel dettaglio i servizi offerti, cerchiamo prima di capire com’è fatto un impianto eolico, come funziona e in cosa consiste la manutenzione delle pale eoliche. Per informazioni su costi, o per avere preventivi dettagliati (senza impegno), vi invitiamo a contattare il nostro staff che è sempre lieto e disponibile a dissipare ogni dubbio. Trovate i nostri recapiti nella pagina contatti e per comodità vi riportiamo il numero unico nazionale 199 240 703 (oppure 04 982 57 891) con il quale poter chiamare i nostri uffici.

Impianto eolico: com’è fatto un impianto ad asse orizzontale

Una pala eolica è composta da varie parti, ognuna delle quali deve essere sottoposta ad un’ispezione con drone per verificarne lo stato e il corretto funzionamento. L’impianto conta varie pale sagomate calettate ad un perno centrale, detto mozzo. È il perno che costringe le pale a ruotare attorno al proprio asse. Il mozzo è collegato ad una serie di dispositivi (freni, moltiplicatori di giri, ecc…) che trasmettono il moto ad un generatore elettrico. Freni, moltiplicatore di giri e generatore sono tutti contenuti all’interno di una vano, detto “navicella”, posizionato nella parte posteriore della pala.

La corrente elettrica generata è successivamente trattata da una serie di dispositivi: gruppi di rifasamento, banchi di condensatori, trasformatori elevatori, ecc… Questa è trasformata in energia elettrica compatibile ed utilizzabile con la normale rete di trasporto. A questa la struttura della pala eolica, è collegata tramite un cavidotto connesso all’aerogeneratore.

La navicella, quindi, contiene, alcune delle parti più importanti dell’intero sistema:

  1. generatore
  2. moltiplicatori di giri
  3. freni
  4. attuatori del “pitch control”
  5. attuatori dello “yaw control”

Ispezioni con drone

Ispezioni con drone dell’intera struttura

Oggetto d’ispezioni con drone sono anche il rotore dell’impianto, nonché la torre di sostegno. Il rotore è formato dal gruppo pale, mozzo, albero lento e dal meccanismo del picht control. Anche la torre di sostegno necessita di periodiche verifiche per la propria manutenzione. La torre svolge un ruolo fondamentale nel corretto funzionamento dell’impianto. Oltre a mantenere in posizione la macchina, infatti, ha il compito di assorbire le vibrazioni che provengono dalla navicella.

La torre quindi ammortizza le vibrazioni che altrimenti si andrebbero a ripercuotere sul basamento e sulle fondazioni. Infine, sulla sommità della navicella, si trovano diversi strumenti di misura: anemometri e indicatori di direzione del vento. Questi servono a configurare correttamente la macchina a seconda della direzione e dell’intensità del vento.

La strumentazione che si trova montata sulla navicella, serve a monitorare una serie di parametri  della macchina. Parametri che servono al corretto funzionamento dell’impianto. In caso di avaria i sensori sono in grado di mettere in sicurezza la strumentazione e la macchina stessa.

Manutenzione degli impianti eolici

La manutenzione degli impianti eolici deve essere realizzata periodicamente, ad intervalli non troppo distanziati tra loro. Esistono due diverse tipologie di manutenzione:

  • programmata – si tratta della manutenzione ordinaria che è prefissata ad intervalli prestabiliti
  • per risolvere specifici problemi – manutenzione straordinaria che occorre in seguito ad un guasto specifico e che serve a risolvere un determinato problema.

La manutenzione programmata prevede tutta una serie di specifiche operazioni:

  • lubrificazione
  • ingrassaggio
  • verifica delle condizioni dell’impianto
  • sostituzione delle componenti danneggiate o usurate

Ispezioni con drone

La manutenzione degli impianti eolici è rischiosa e complicata. Il pericolo principale è costituito dalle cadute, a seguire comunque troviamo anche rischi di natura chimica, meccanica ed elettrica, nonché d’incendio. Per verificare la reale situazione di una macchina, fino a poco tempo fa, gli addetti ai lavori, dovevano rischiare la salute arrampicandosi ad altezze vertiginose (variabili tra i 60 e i 100 metri).

Per fortuna, oggi, le ispezioni con drone hanno semplificato, velocizzata e soprattutto reso sicuro questi controlli.

Gli operatori di volo, infatti, possono comodamente e in tutta sicurezza controllare da terra lo stato degli aerogeneratori e delle turbine eoliche. Mentre un drone vola attorno alla struttura dell’impianto (dalla torre di sostegno, fino alla navicella), il tecnico monitora da terra le sue condizioni, in completa sicurezza. I controlli sono quindi più veloci, sicuri e pure economici. Questo perché fanno risparmiare molto tempo e forniscono una visione d’insieme più accurata.

CONTATTACI OGGI STESSO

Necessiti di un servizio aereo con uno o più droni? Possiamo aiutarti! Contattaci oggi stesso per parlare delle tue esigenze con un nostro operatore qualificato.